Milano | Hotel Santa Barbara - Hotel 4 stelle

Milano

Pianifica al meglio il tuo viaggio a Milano, che sia un viaggio di lavoro o di piacere scopri i luoghi più famosi ed i locali tipici della città.

“Milan l'è un gran Milan”

La metropoli lombarda è in continuo movimento e offre diverse opportunità per scoprire la città da ogni punto di vista.

Ti proponiamo 6 tour per scoprire e vivere le bellezze artistiche e culturali di Milano, le famose vie della capitale della moda e i locali tipici. Ma non solo, la città offre anche tante attività per lo svago e per vivere all'aria aperta!

  • Tra il Duomo e la Galleria Vittorio Emanuele: con l'itinerario "ARTE & CULTURA" la capitale Meneghina non avrà più segreti
  • Le vie più famose dell'alta moda ti aspettano nel "Quadrilatero della moda" per uno SHOPPING esclusivo!
  • La company town Metanopoli è protagonista di questo itinerario BUSINESS
  • Scopri la cucina tradizionale milanese con il TOUR ENOGASTRONOMICO: tra risotti, ossi buco e cotolette
  • Gli SPORT più in voga nella capitale della moda, le ultime tendenze, tenersi in forma non è mai stato così semplice
  • Mantova, Bergamo e i Laghi: i DINTORNI di Milano sono perle uniche al mondo

Arte & cultura

Le stagioni ideali per visitare Milano sono la primavera inoltrata per i boschi rigogliosi e l'inizio dell'autunno per la serenità del paesaggio. Suggeriamo di iniziare la visita di Milano da Piazza del Duomo che costituisce il centro della città da cui dipartono le principali strade e che ospita il magnifico Duomo di Milano, è la testimonianza più maestosa di architettura gotica in cui si fondono caratteri nordici ad elementi lombardi.

Sulla guglia maggiore troneggia la celebre Madonnina, una statua dorata di ben 4 metri.

Milano è ricca d’altri monumenti tra cui il Castello Sforzesco, uno dei più grandi castelli d’Europa, voluto da Galeazzo per proteggere il centro città è oggi ricco di musei dandogli l’aspetto di un confortante luogo di cultura, il Palazzo Reale, il Museo civico d’Arte contemporanea, Piazza S. Babila, il Teatro Alla Scala, Galleria Vittorio Emanuele, è “il salotto di Milano” fu costruito per mettere in comunicazione Piazza Duomo e Piazza della Scala, la Pinacoteca di Brera, museo dedicato alla formazione studentesca si differenzia dagli altri musei italiani per la sua origine, infatti fu voluta fortemente da Napoleone raccogliendo le opere espropriate a chiese ed aristocratici, la chiesa di S. Ambrogio, è la seconda chiesa di Milano ed è considerata il più grande esempio di architettura romanica lombarda, e la sua piazza, il famoso Grattacielo Pirelli e la Galleria d’Arte Moderna.

Suggeriamo di proseguire la visita di Milano verso Ca' Granda in via Festa del Perdono: è uno dei più grandi edifici storici di Milano per molti secoli sede dell'Ospedale Maggiore. Dal 1958 ospita l'Università degli Studi di Milano. Fu fatto costruire nel 1456 per volere di Francesco Sforza allo scopo di dare asilo e assistenza ai poveri malati della città.

Il Cimitero monumentale venne progettato e costruito fra il 1863 e il 1866 in un'area periferica al di fuori dei bastioni. Nacque come camposanto della borghesia emergente, dove potevano trovare posto anche i non cattolici. La parte centrale del cimitero è il Famedio che ospita i resti di personaggi che hanno fatto la storia di Milano, tra i quali Alessandro Manzoni.

La Stazione Centrale di Milano venne portata a termine in pieno periodo fascista. Gode di luoghi suggestivi e tanto ricchi di storia. Il parquet, calpestato da Mussolini e Hitler, mostra ancora intarsi a forma di svastica.
Più moderni ma comunque interessantissimi sono la Fiera di Milano e lo stadio Giuseppe Meazza che ospita le partite delle due maggiori squadre cittadine: il Milan e l'Inter.

In Piazza Velasca c’è la Torre che si presenta agli occhi del turista come uno strano grattacielo che dal 18° piano in su si allarga, ricordando in qualche modo, le antiche torri dei templi.

Venne costruita fra il 1956 e il 1960 ed è considerato una delle opere più importanti del dopoguerra. Prende il nome della Piazza aperta dal governatore spagnolo Juan de Velasco nel 1651.

In Piazza delle Meraviglie d'Oro vi è poi Porta Romana, l'antica ingresso ufficiale alla città.
Milano è una città ricca di vie e di quartieri da visitare tra cui ricordiamo: Via Ripamonti, Via Monte Napoleone, Corso Vittorio Emanuele II, Viale Monza, Corso Buenos Aires e la zona di Milano 2, con il famoso Palazzo dei Cigni.

Molto suggestiva la zona dei navigli di Milano con la Darsena, un tempo centro commerciale della città oggi luogo di divertimento e svago per giovani e famiglie

Consigliamo di fare una passeggiata nell’area verde più bella della città: il Parco Nord ubicato nella periferia a Nord di Milano grande circa 600 ettari, è stato ideato negli anni ‘60 ma realizzato nel 1975. E' possibile passeggiare tra tigli, ippocastani, biancospini e noccioli per venire a contatto con una natura che si é sviluppata sino a creare dei veri e propri boschi, generalmente di pioppi e aceri. Altri due parchi bellissimi sono Parco Sempione e, soprattutto per i più piccoli, il parco giochi Fun & Fun.

Shopping

Milano è in assoluto la capitale della moda italiana ed internazionale, sede delle maggiori griffe del luxury fashion che trovano la loro massima espressione nel cosiddetto “Quadrilatero della moda”.

Il distretto viene così chiamato perché delimitato da quattro vie: Monte Napoleone, Alessandro Manzoni, della Spiga e Corso Venezia.

Passeggiare in queste vie è l’occasione unica per i turisti di respirare l’atmosfera magica di Milano, scoprire gli atelier più esclusivi e le loro straordinarie creazioni, essere ammaliati dai migliori brand al mondo, da Armani a Dolce Gabbana, da Luois Vuitton a Cartier solo per citarne alcuni.

Cuore del Quartiere è via Monte Napoleone, considerata tra le vie più costose e prestigiose al mondo al pari della Fifth Avenue a New York e dell'Avenue des Champs Elysees di Parigi. Il nome della via risale al 1804, durante la dominazione napoleonica. Già a quei tempi Milano brulicava di stranieri, che si affollavano nella città per affari e per piacere, ma è a partire dagli anni Cinquanta che la strada si impone come una delle vie più importanti dello shopping mondiale.

Un altro luogo dove dar sfogo alla propria voglia di shopping è Scalo Milano, uno shopping center nel quale si incontrano estetica ed innovazione.

Tra i brand presenti ci sono 30 monomarca, non solo in ambito abbigliamento, ma anche arredamento, come Luxury Living Store (che include Fendi Casa e Trussardi Casa), Molteni & C, Poltrona Frau, Poliform, B&B Italia, Kartell, Alessi e Scavolini.

Allo Scalo Milano il concetto e la filosofia sono identici a quelli del Quadrilatero della moda: proporre aree dello shopping tematiche per puntare sia alla clientela italiana sia a quella estera che ama il Made in Italy.

Business

L’Hotel Santa Barbara sorge nella periferia sud-est di Milano, all’interno di una delle company town più importanti nel panorama nazionale.

Fortemente voluto da Enrico Mattei, presidente Eni, il quartiere Metanopoli a San Donato Milanese non è un centro direzionale fine a sè stesso, bensì fu concepito, nel 1952, con centri urbanistici d’avanguardia in un’area strategica alle porte di Milano.

L’intento fu quello di farne la più ordinata periferia di Milano; infatti la “cittadella del gas” non si pullulò solo di strutture industriali, ma anche strutture residenziali, campi sportivi, spazi verdi e della chiesa di Santa Barbara, da cui l’Hotel prende nome.

Il quartiere, oggi, presenta al suo interno centri direzionali, SNAM ed Eni i più importanti, laboratori di ricerca scientifica e tecnica su materie come i minerali e gli idrocarburi tra i più importanti in Italia, soluzioni residenziali all’avanguardia nel pieno rispetto dell’ambiente, ampi spazi verdi e collegamenti con le principali arterie di collegamento nazionali ed europee, tutto questo rende Metanopoli un quartiere a livello delle company town americane ed europee con quei concetti di “welfare aziendale” tanto importanti al giorno d’oggi.

In questo quartiere l’Hotel Santa Barbara si inserisce perfettamente essendo un hotel prettamente business, offrendo soluzioni personalizzate a chi viaggia per lavoro o voglia organizzare il proprio meeting presso la nostra struttura.

Tour enogastronomico

Prima di iniziare questo percorso enogastronomico della città meneghina, è doverosa una precisazione, in quanto Milano al giorno d’oggi sta assumendo sempre più il ruolo di ambasciatrice della buona cucina, dei prodotti tipici delle varie località nazionali ed internazionali, quindi parlare di cucina tipica è davvero difficile perché si sta sempre più trasformando in un mix di tradizione, innovazione ed esoticità.

Il punto, o meglio piatto, di partenza per questo tour alla scoperta delle eccellenze gastronomiche della città di Milano è il risotto alla milanese ovviamente, il risotto con lo zafferano, il re incontrastato della cucina tipica milanese, nasce, racconta la leggenda, a metà del 1500 grazie a mastri vetrai Belgi che mescolavano lo zafferano per dare colore ai propri prodotti e che in occasione di una festa, uno di loro convinse i cuochi ad aggiungere dello zafferano al risotto che riscosse un pieno successo.

I piatti della cucina tipica milanese sono molti e variegati, i gnervitt ed i modenghili, ne sono due esempi, i primi sono i tendini del ginocchio o dello stinco del vitello lessati per due ore e conditi con cipolla, mentre i secondi erano polpettine di carne avanzata, piatto povero della cucina contadina oggi diventata una leccornia tipica degli aperitivi ed happy hour milanesi.

Si passa poi a secondi piatti assolutamente protagonisti anche a livello internazionale, come la cotoletta alla milanese, o più semplicemente “la milanese”, piatto derivante dalla cucina viennese è una costoletta di vitello con l’osso impanata; un altro piatto tipico è l’ossobuco, oss bus in milanese, è il trancio di stinco di vitello, comprensivo di midollo cotto nel burro e nel brodo.

Il viaggio nel gusto della cucina milanese non può non concludersi con il Panettone che da Natale arriva fino a febbraio, a San Biagio, realizzato in mille modi diversi, con mille farciture e glasse è il dolce tipico della città e sta conquistando il riconoscimento IGP, indicazione geografica protetta.

 

Sport

Per tenersi in forma, vivere all’aria aperta ed incontrarsi con la natura l’Hotel Santa Barbara è il punto di partenza ideale, Milano è la cornice perfetta! Le discipline sportive e le attività ludiche non mancano, rendendola una città idonea a qualunque tipo di attività sportiva.

Milano rappresenta la città italiana dove i trend dall’estero arrivano prima e vanno a contaminare ogni aspetto cittadino: cibo, moda, design, musica e non ultimo lo sport, infatti a Milano è possibile praticare sport nascosti che altrove è difficile fare.

Milano pullula di runners e di eventi per chi ama maratone e corse campestri intorno alla città, infatti come qualsiasi città europea che si rispetti anche a Milano vengono organizzati una miriade di eventi in questo ambito.

Grazie al Naviglio Grande, Milano si presta ad alcuni sport prettamente marittimi, tra cui gli sport con la pagaia, canoa e kayak, grazie a molti circoli canottieri in città è possibile imparare questi sport, apprenderne le tecniche, allenarsi, partecipare a gite alla scoperta di Milano da un punto di vista inedito e partecipare anche a gare organizzate in città.

Un altro punto di ritrovo per sportivi e chiunque voglia tenersi in forma è Parco Sempione dove durante tutto l’arco della settimana, ma principalmente nel weekend vengono organizzati corsi e lezioni di fitness delle varie palestre sparse sul territorio riguardanti yoga, tai chi, meditazione, pilates oltre a lezioni di running immersi in quest’angolo verde di Milano.

Dintorni

Un soggiorno a Milano implica una visita ai dintorni, essendo nella regione dei laghi e vicina ad altre città uniche nel suo genere.

Proponiamo due itinerari, il primo si snoda a nord-ovest di Milano alla scoperta dei maggiori laghi italiani e di paesaggi naturalistici mozzafiato, il secondo nella direzione diametralmente opposta, sud-est, alla scoperta di due città uniche nel suo genere come Mantova e Bergamo.

Dopo una ricca e sfiziosa colazione a buffet all’Hotel Santa Barbara dove si può trovare, oltre alle tradizionali proposte dell'American breakfast, anche un angolo specifico per l'alimentazione dei celiaci e diverse soluzioni per un salutare l'inizio di giornata con prodotti biologici e frutta fresca al taglio, macedonia fresca, frutta sciroppata, frutti tropicali e frullati di frutta fresca.

Usciti dall’Hotel il primo itinerario da seguire è in direzione nord alla volta del Lago di Como, fermandosi nell’omonima città si potranno assaporare scorci suggestivi del lago, per godersi appieno il panorama del lago non c’è modo migliore che quello di prendere la funicolare verso Brunate, da qui si avrà la visuale di quasi tutto il lago nel suo pieno splendore.

Dopo aver visitato il centro storico di Como il miglior modo per proseguire è quello di prendere un battello o un aliscafo alla volta di Cernobbio, prima, e Bellagio, poi, avrete così un punto d’osservazione inedito e suggestivo.

Cernobbio è sede di grandi ville, come Villa d’Este e Villa Erba, oltre che panorami incantevoli, riprendendo il battello si arriverà in quella che è definita la “perla del Lago di Como”, Bellagio infatti è una località turistica d’eccezione, con i sui vicoli pittoreschi, abitazioni colorate e lussuose ville a fare da cornice.

Raggiungendo la vicina Svizzera si trova un’altra perla del lago: Lugano, posta sull’omonimo lago, la città svizzera con il suo casinò, il suo centro storico ed il panorama invidiabile saprà conquistarvi, qui infatti lago e montagna convivono armoniosamente.

A Lugano potrete osservare un panorama mozzafiato grazie alla funicolare del Monte San Salvatore da cui ammirare l’intero lago, scoprire le origini e come viene prodotto oggi il cioccolato nel Museo del cioccolato Alprose ed infine merita una visita Villa Ciani in centro a Lugano in cui sorge un parco di ben 63.000 mq di superficie adornato da lunghi viali e alberi secolari in cui ritrovare il contatto con la natura anche grazie ai giardini in stile italiano ed inglese affacciati sul lago.

Tornati in Italia si raggiunge il lago di Varese, il più piccolo tra tutti, ma grazie alle particolari cittadine che fanno da cornice diviene una meta imprescindibile per andare alla scoperta dei laghi intorno a Milano.

Schiranna, località facente parte del comune di Varese, grazie ad un recente restauro permette lunghe e rilassanti passeggiate sul lungolago, Capolago, è un borgo medievale molto antico, le prime testimonianze decretano la nascita intorno all’anno 1200, altra cittadina completamente ristrutturata è Bodio Lomnago, dove potrete ammirare nella sua pienezza la bellezza del Lago di Varese che, come si è visto, è composto da tanti piccole cittadine di origine medievale a fare da cornice che lo rendono unico.

Proprio a fianco del Lago di Varese sorge il Lago Maggiore, il secondo specchio d’acqua italiano dopo quello di Garda, offre scorci e località uniche nel suo genere in cui innamorarsi a prima vista.

Stresa è la località più celebre del lago e quella da cui partire per andare alla scoperta di questi magnifici posti, infatti il suo lungolago ospita numerosi eventi internazionali e da qui partono i battelli in direzione Isole Borromee.

Le Isole Borromee sono 3: Isola Madre, la più grande, ospita un giardino botanico con fiori esotici e piante rare dove vivono in libertà pappagalli, pavoni e fagiani, Isola Bella, famosa per lo splendido Palazzo Barocco ed il giardino botanico a terrazze e, infine, Isola dei Pescatori, antico e pittoresco villaggio tuttora abitato.

Esaurito il primo itinerario che ha portato alla scoperta dei laghi che fanno da cornice alla città di Milano è tempo di concentrarci su alcune città nei dintorni che sono di particolare rilevanza.

Il Punto di partenza, lasciato l’Hotel Santa Barbara, è, dirigendoci verso sud, Mantova, patrimonio dell’Unesco dal 2008, fu costruita intorno a tre laghi nel cuore della Pianura Padana ed il periodo migliore per visitarla è luglio o agosto quando sul Lago Superiore fioriscono migliaia di fiori di loto.

Al Pari di quelle di Parigi, Vienna o Caserta, Palazzo Ducale, una reggia in piena regola, conta oltre 500 stanze e fu la residenza della famiglia Gonzaga fino al 1700.

Ciò che si può ammirare oggi è il risultato della fusione di più edifici, il tra cui Palazzo del Capitano, la Corte Vecchia ed il Castello di San Giorgio, compresi tra il Lago Inferiore e Piazza Sordello.

Un piccolo appunto è doveroso farlo sul Castello di San Giorgio, infatti al suo interno si trova la più importante opera d’arte mantovana: la Camera Picta, più comunemente Camera degli Sposi, dipinta dal Mantegna a metà del ‘400.

Poco distante sorge Palazzo Te, chiamato così in onore di Teieto un isolotto antistante Mantova, famoso soprattutto per la Camera dei Giganti, in cui Giulio Romano, il costruttore, dipinse il momento in cui Giove punì i giganti per il loro tentativo di sostituirsi agli dei, l’affresco è di straordinaria veridicità grazie alla sua estensione dal pavimento al soffitto.

In Piazza Mantegna sorge la Chiesa di Sant’Andrea nella quale fede e leggenda si fondo in un connubio perfetto, si narra infatti che al suo interno sia custodito il Santo Graal ovvero la terra con il sangue di Cristo fonte di immortalità e giovinezza, che Longino, il centurione romano che trafisse il costato di Cristo, raccolse ai piedi della Croce e nascose a Mantova.

Terminiamo la visita alla città in Piazza San Pietro, luogo in cui Mantova fu fondata e in cui la bellezza della città lombarda trova la sua sintesi migliore, qui troviamo il Duomo, il Palazzo Vescovile e il Palazzo degli Uberti.

Prima di lasciare definitamente Mantova, merita una visita la vicina cittadina di Sabbioneta, che è uno splendido esempio di città rinascimentale, fu costruita in soli 30 anni per volontà dei Gonzaga ed è uno straordinario esempio di città residenziale, rurale e fortifica costruita da zero.

Dirigendoci verso est si raggiunge un altro capoluogo della regione lombarda: Bergamo, divisa tra la zona alta e quella bassa della città, è un perfetto mix tra storia e modernità.

La prima attrazione imperdibile sono le Mura Venete site nella parte alta, da poco inserite nella lista patrimoni Unesco, costruite nel Cinquecento dalla Repubblica di Venezia a scopo di difesa della città.

Il cuore della città è Piazza Vecchia, una piazza dal fascino retrò, contiene al suo interno alcuni tra i capolavori architettonici di Bergamo tra cui: il “Capannone”, la torre civica della città, la fontana Contarini, centro della città vecchia ed il Palazzo della Regione, la più antica sede comunale in Lombardia.

Poco distante sorge l’Accademia Carrara, una pinacoteca ricca di opere di artisti come Botticelli, Raffaello e Mantegna.
Si giunge poi al Duomo, tanto candido esternamente, quanto sfarzoso e ricco di arazzi internamente, ma perde il confronto con la vicina Basilica di Santa Maria Maggiore, definita sontuosa e magnifica anche grazie a particolari gotici, come i due leoni all’ingresso ed appariscenti arazzi.

Se nella Città Alta il fulcro è Piazza Vecchia, spostandosi nella Città Bassa il suo omologo è la più mondana e moderna Piazza Matteotti, infatti è il punto focale per la movida e lo shopping a Bergamo, Via XX Settembre, che si dirama dalla piazza, è, infatti, la via predisposta per lo shopping in città.

Tornati nell’hinterland milanese, l’ultima tappa di questo itinerario è una città a pochi passi da Milano, Monza è famosa in tutto il mondo per due eccellenze: la Villa Reale e l’autodromo contenuto in essa.

Rilassatevi nei giardini della villa o vivete momenti adrenalinici in pista, infatti la Villa Reale è il tesoro più grande di Monza, con il suo parco di 8 km² è il luogo ideale per chi vuole rilassarsi o ama i grandi spazi all’aperto.

La Villa appartenuta alla famiglia Asburgo si può oggi visitare andando alla scoperta degli appartamenti privati della famiglia reale e dei loro usi e costumi.

Per chi ama, invece, la velocità il modo migliore e più appagante per scatenare la propria adrenalina è scendere in pista nell’Autodromo nazionale di Monza, terzo autodromo permanente al mondo dopo quello di Brooklands e Indianapolis, è un circuito storico del calendario di Formula uno, la corsa è in settembre, ed ospita una miriade di altri eventi con anche la possibilità di prenotare turni private per scendere in pista in totale libertà.

Tutto lo staff dell’Hotel Santa Barbara è a completa disposizione per qualsiasi informazione e per organizzare un tour dei dintorni su misura, facendovi scoprire i luoghi più nascosti, unici e meravigliosi di tutta la Lombardia.

La Miglior Tariffa disponibile

Sul nostro sito web ufficiale vi garantiamo sempre la migliore tariffa disponibile e proposte esclusive per vivere un soggiorno indimenticabile.

Pagamenti Sicuri al 100%

Per la conferma della prenotazione con carta di credito questo sito utilizza un server sicuro, secondo lo standard mondiale di cifratura Secure Socket Layers (SSL).

Assistenza Costante

Il nostro staff è sempre a vostra disposizione per seguirvi durante le fasi di prenotazione ed offrirvi la soluzione migliore per il vostro soggiorno. Contattateci al numero telefonico +39 02 518911 oppure via mail a santabarbarahotel@duetorrihotels.com